MOTH'S CIRCLE FLIGHT - Gabriele "Gabbo" Rosi: intervista


Rock-Metal-Essence.com ha voluto intervistare Gabriele "Gabbo" Rosi, voce leader del gruppo groove metal / metalcore parmense dei MOTH'S CIRCLE FLIGHT.

Con lui si è parlato in particolare dell'ultimo album della band, intitolato My Entropy, e della scena musicale italiana.


Benvenuto! E' un piacere intervistarti per il sito web Rock Metal Essence.com

E' un piacere per noi !

Come descriveresti la vostra band a coloro che non la conoscono?

La nostra metal-band è viva da 11 anni, non abbiamo mai avuto altri fini se non quello di salire sul palco e dare tutto ciò che abbiamo. Proponiamo un metal fatto di tensione tra riff pesanti e melodie ariose, che dispensa momenti ritmati e breakdown potenti. La nostra vera forza è il palco, la nostra seconda casa.

Come è nato il vostro gruppo?

Il gruppo nasce nel 2003, dalla verve di quello che tutt'ora è il chitarrista ritmico della band. Piano piano ci siamo aggiunti tutti, 4 dei 6 elementi che ci compongono sono qui dal 2005. La nostra prima sala prove era una camera da letto, veramente collegial style...

Parliamo adesso del vostro nuovo album: My Entropy!

"My Entropy" è il risultato di un lungo lavoro fatto di prove, di cambi di formazione, di pezzi buttati nel cestino, ma senza mai perdere la nostra identità. Nella nostra musica c'è poco di deciso a tavolino, direi nulla. Vogliamo semplicemente che quando una persona ascolti pezzi come "Ends of a Shadow" o "Raise your Head" sia naturalmente portato a picchiettare con le mani sul volante o, come succede a me, fare headbanging incontrollato al semaforo.
La contrapposizione con le linee melodiche rende inoltre questo album perfetto come sottofondo per le vostre cene con la vostra fidanzata, o con gli amici.

State già lavorando a del nuovo materiale?

Sì,certo. Chi si ferma è perduto!

Come descriveresti il vostro concerto perfetto?

Non credo che esista un concerto perfetto. Ognuno ha un suo valore particolare, spesso si ha più soddisfazione nel colpire le poche persone di un contesto non-metal. La frase "non ascolto il vostro genere, ma mi siete piaciuti" ci tampina da 10 anni. Ma è giusto così, l'Italia non è casa del metal, perciò il nostro può essere preso come un processo di evangelizzazione.
Credo, ad oggi, il più bel concerto sia stato nel 2005 in un Festival chiamato "Sorbolo in Beer". Perchè ok le poche persone fuori contesto, ma 4500 persone sono 4500 persone.

Tra tutte le nazioni e i festival, dove vi piacerebbe suonare un giorno?

Va tanto l'Est quest'anno.

Quali sono state le più grandi difficoltà che avete incontrato nel tentativo di emergere come formazione?

Nei primi anni abbiamo suonato veramente tanto. Poi un morbo ha cominciato a diffondersi, incontrollato, fino a dominare, tristemente, la scena. La TRIBUTE BAND.
Io non ho niente contro chi imita, e capisco i locali che debbano fare cassa. Ma arrivare a locali "solo cover band" rappresenta la vittoria dell' anti-cultura. Ma annuso del cambiamento nell'aria.

Cosa ne pensi della scena musicale italiana?

Considerando che l'ultimo gruppo del nostro genere (in senso molto lato) ad emergere sono stati i Linea 77 alla fine degli anni '90, la definirei fiorente....

Quali sono le tue considerazioni sul mercato musicale? E su internet?

Internet ha devastato la musica. Tutti noi sfruttiamo le immense potenzialità di internet, io stesso uso Spotify ecc. Ma non si può negare che rendere accessibile tutto a tutti, ha messo fine alla bellezza di diventare "fan". Il comprare un cd, custodirlo, sbandierarlo contro l'amico che invece ne ha uno diverso di una band "rivale", l'aspettare il live per comprare la maglietta... son cose che non esistono praticamente più.
Oggi se chiedo: " Cosa ascolti?" La risposta è sempre "Un pò di tutto".


Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.