ALEPH - Thanatos: recensione

Artista: Aleph
Titolo: Thanatos
Genere: Dark Death Metal
Anno di uscita: 2016
Provenienza: ITA
Etichetta: Buil2Kill Records
Voto: 89/100

Tornano sul mercato discografico gli Aleph, band bergamasca attiva dal 1998 e autrice di due ottimi album quali In Tenebra e Seven Steps of Stone. Lo fanno con un nuovo full-lenght, Thanatos (gennaio 2016, Buil2Kill Records/Audioglobe), un prodotto dark death metal interessante e davvero maturo, forse il migliore della loro carriera.

Il death metal dei nostri, forte di atmosfere oscure ed eteree, si miscela infatti con gusto ed ispirazione al thrash, al doom e al progressive rock, influenzandosi contemporaneamente dell'operato di realtà storiche come Black Sabbath, Celtic Frost, Slayer, Opeth, Pestilence, King Diamond, Mercyful Fate e Obituary. Quello che colpisce del disco è in primis il magistrale lavoro chitarristico di Dave Battaglia (eccellente anche nelle sue parti vocali growl, violente e di grande intensità) e di Giuseppe Ciurlia, due talentuosi musicisti autori di un riffing massiccio, vario e di pari qualità in ogni differente struttura, che non può che colpire dritto al petto il fan all'ascolto grazie anche al ruolo di primo piano foritogli dalla curata produzione in studio. Ma altresì non possiamo che elogiare Giulio Gasperini alle tastiere, che regala al platter un tappeto di suoni che rimandano direttamente alle musiche più maligne ed oscure degli anni'70 e che da all'insieme un non so che di ricercato, originale ed inedito, che rende questo prodotto appetibile anche a chi non ascolta quotidianamente metal estremo.

Infine il songwriting, talvolta degno del paragone con una colonna sonora da film horror, che raggiunge sovente l'eccellenza come nel caso della traccia d'apertura The Snakesong, che riesce a catturarci immediatamente con il suo sound adrenalinico. Come lei spiccano canzoni quali The Severed Skull e la title track Thanatos, e con queste anche la serie conclusiva Still Inside, A Renegade's Path, Remains/Remained, che regala al disco un finale così vivo e acceso di sfumature che ci vien voglia immediatamente di ripartire con un nuovo ascolto. La sensazione così è di trovarci di fronte a un'opera metal dal taglio brillante e completa in ogni suo dettaglio, oltre che a un prodotto che a fine anno troveremo facilmente nelle prime posizioni delle classifiche degli appassionati per ciò che concerne la musica metal nazionale, e non.

Se vi piace la musica estrema cangiante, dal sound antico, e ricca di differenti momenti, stili e sfumature, non potete mancare l'appuntamento con questo acquisto. Imprescindibile.

TRACKLIST

1. The Snakesong
2. The Old Master
3. A Game Of Chess
4. The Severed Skull
5. Fire Demon
6. Nightmare Crescendo
7. Sea Of Darkness
8. ...The Silence...
9. Thanatos
10. Winterlude
11. Smoke and Steel / Multitudes
12. Still Inside
13. A Renegade's Path
14. Remains/Remained

FORMAZIONE

Dave Battaglia: Vocals, Guitar
Giuseppe Ciurlia: Guitar
Manuel "Ades" Togni:drums
: Keyboards
Antonio Ceresoli: Bass

CONTATTI

https://www.facebook.com/ALEPH-49314707850/

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.