MARYANN COTTON - Into Eternity: recensione

Artista: Maryann Cotton
Titolo: Into Eternity
Genere: Hard Rock / Shock Rock
Anno di uscita: 2015
Provenienza: USA
Etichetta: 7Hard
Voto: 85/100

E' fissata per il 13 novembre via 7Hard Records la data di uscita del secondo album del cantante di origine danese Maryann Cotton, figlio di Hal Patino (ex bassista di King Diamond), che esordì nel 2012 con il buon Free Falling Angels.

Into Eternity, della durata complessiva di 33 minuti suddivisi su 10 tracce, prosegue sulla falsa riga del debutto, presentando un hard rock classico fortemente debitore allo shock rock di Alice Cooper, di cui Maryann imita alla perfezione lo stile, il carisma e soprattutto la timbrica. Eccezionalmente suonato ed interpretato (non a caso, la formazione di supporto vede schierarsi ancora gli ex King Diamond Pete Blakk, Sebastian Sly, Snowy Shaw e proprio Hal Patino), il disco riesce a mettere in mostra una certa varietà, risultando un po' più originale e meno derivativo del debutto nonostante, come già detto, lo spettro dello Zio Alice sia sempre lì, sull'uscio, pronto ad entrare. 

Dotato di una produzione di alto livello, che mette in grande risalto la chitarra e gli arrangiamenti di sottofondo, il platter prende avvio con il rock di What She Wants, piacevole ma un po' troppo debito alle sonorità di No More Mr. Nice Guy. Sarà questo l'unico mezzo passo falso del disco, visto che già la seguente Had Enough risulterà essere ben più originale, con bell'alternanza tra melodia e robustezza hard rock che esplode in un refrain tutto da cantare. Bene anche My Gun e la particolare ballad Hard Lost’n’Fried, che aprono a una Gangland anni settanta e tutta basso, groove e ritmo. Ma è When Tomorrow Comes ad aggiudicarsi la palma di top track, grazie alla sua straordinaria ariosità che dimostra il talento compositivo di questo ragazzo, in evidenza anche nella rapida e compatta cavalcata hard rock (con inattesi rallentamenti) di Keepers Of The Holy Grail. Chiudono il platter la soffusa ballad piano-voce Into Eternity e Death Is Beauty, che mette in risalto la camaleontica capacità interpretativa di Maryann Cotton, l'unico e solo erede moderno del genio di Alice Cooper.


TRACKLIST

01. What She Wants
02. Had Enough
03. My Gun
04. Hard Lost’n’Fried
05. Gangland
06. When Tomorrow Comes
07. Keepers Of The Holy Grail
08. No Wish Upon No Star
09. Into Eternity
10. Death Is Beauty

FORMAZIONE

Maryann Cotton – voce
Sebastian Sly – chitarra
Hal Patino – basso
Shawn Kernon – batteria

CONTATTI

https://www.facebook.com/MaryannCottonOfficial/
http://www.maryanncotton.net/

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.