POP EVIL - UP: recensione

Artista: Pop Evil
Titolo: UP
Genere: Hard Rock / Pop Rock / Alternative Metal
Anno di uscita: 2015
Provenienza: USA
Etichetta: eOne Music
Voto: 80/100

Alla ricerca di un sound rock/metal che si ibridi con il pop e la musica commerciale tutta, è impossibile non imbattersi negli statunitensi Pop Evil, oggi nuovamente sul mercato con l'album UP, disponibile dal 21 agosto per eOne Music.


Con le loro fondamenta compositive che poggiano solide sul sound mainstream della scena hard rock e post-grunge americana (in stile Nickelback, Papa Roach, Stone Sour e compagnia bella), questi cinque musicisti virano sensibilmente in direzione del pop rock radiofonico, abbinando alla robustezza delle loro chitarre la melodicità estrema delle hit in stile MTV. Nasce così una musica certamente non totalmente inedita o originale, ma dannatamente orecchiabile e festaiola, easy-listening, che alterna momenti di sospesa rilassatezza ad altri di maggiore energia ed intensità, e che permette alla bella voce di Leigh Kakaty di giocare a piacimento tra la sua levigatezza clean e la più estrema robustezza talvolta urlata e graffiata. Supportato dai migliori suoni di produzione forse fino ad oggi ascoltati nel corso del 2015, il platter non può far a meno che divertire ed emozionare gli utenti all'ascolto, specie quelli più abituati al suono rock in stile Virgin Radio e quelli più giovani e abituati alla miscellanea sonora di più stili musicali in un unico, coeso, pacchetto.

Al via con il già singolo Footsteps, già in heavy rotation su ogni radio rock che si rispetti, il platter prosegue più aggressivo e carico di groove con l'alternative di Core e di In Disarray, tracce che non disdegnano comunque una certa orecchiabilità, poi resa ancora più in primo piano da una Take It All in stile vecchi Limp Bizkit. Pop rock in puro stile anni duemila per Ghost of Muskegon, mentre If Only for Now si mantiene su sonorità acustiche ed ariose, soleggiate ed estive.
Poi, Ways to Get High è puro grunge era Seattle, Lux alternative denso di groove ed energia, Vendetta hard rock/post-grunge metallico tutto grinta ed cattiveria esecutiva, e Dead in the Water ua hit che pare rubata ai migliori Nickelback. Chiudono infine Seattle Rain, una preziosa ballad acustica con reminescenze post-country (giusto per rimanere nell'ambito della scena musicale mainstream USA), e Til Kingdom Come, una ottima mid-tempo che fa da hit finale di un prodotto riuscito e di successo. Ne sentiremo parlare a lungo.

TRACKLIST

1. Footsteps 4:22
2. Core 4:15
3. In Disarray 3:45
4. Take It All 3:18
5. Ghost of Muskegon 3:58
6. If Only for Now 3:50
7. ... 0:30
8. Ways to Get High 3:12
9. Lux 3:23
10. Vendetta 3:39
11. Dead in the Water 5:39
12. Seattle Rain 4:17
13. Til Kingdom Come 5:39

FORMAZIONE

Leigh Kakaty – Lead Vocals
Nick Fuelling – Lead Guitar
Davey Grahs – Rhythm Guitar, Backing Vocals
Matt DiRito – Bass, Backing Vocals
Chachi Riot – Drums

CONTATTI

https://www.facebook.com/popevil

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.