BACK TO THE CASTLE @ Castello Malaspina, Massa

Nella notte del 6-7 giugno 2015 il comune di Massa ha preso parte ai festaggiamenti per il trentennale di uscita dello storico film Back To The Future inserendo nel cartellone del MemoFest l'evento Back To The Castle.

Ospiti d'eccezione della serata, poco prima di un riuscito DJ set a cura dei Gagarin's Cosmonauts che ha tenuto in festa i giovani massesi fino alle 4 del mattino al ritmo della musica anni'80 e contemporanea, I Migliori Della Serata, Veronica De Simone & The Underdogs e I Viaggi di Jules.


Aprono la serata, nell'incantevole location del castello, I Migliori Della Serata, un gruppo strumentale di Massa autore di un particolare rock carico di groove e contaminazioni. Giacomo Ferrari alla batteria, Francesco Nicotra e Alexandre Biondo alle chitarre, con Giacomo Spagnoli al basso e Stefano Angeloni nel ruolo di sassofonista, infiammano la platea già numerosa del concerto, spingendo ai primi balli i giovani più temerari. E' iniziato il party e questi ragazzi sono stati la migliore miccia che il fest potesse avere. 


Inutile nasconderlo: se questa sera sono tra le fila del pubblico del Back To The Castle è per rivedere on stage Veronica De Simone, nella sua prima uscita sotto il moniker Veronica De Simone & The Underdogs e quindi non più accompagnata dal solo chitarrista acustico Lorenzo Cavazzini ma anche da un bravissimo e giovanissimo sassofonista (di cui, mi scuso, non ricordo il nome, ma l'età: 15 anni!!) e da Andrea Paganetto alla tromba.
Nonostante la formazione di supporto sia al momento ancora priva quantomeno di un batterista e di un bassista che aggiungano un po' di groove all'insieme musicale, iniziano già a delinearsi le intenzioni della cantante, che vuole scollarsi di dosso la sua immagine di popstar per dare sfogo ai suoi veri istinti musicali, che puntano al soul, al blues, al funk, al rock, etc, etc. Seppur totalmente incentrata su cover di brani famosi, questa nuova versione semi-acustica del concerto della De Simone si rivela essere ben più viva e pulsante rispetto a quella interamente acustica sfoggiata alla FIM di inizio maggio. Oggi l'artista massese, con la umiltà che la contraddistingue, lascia libero sfogo ai tre talenti che la accompagnano attraverso lunghe divagazioni strumentali, che divorano sì il numero di brani in scaletta (in quaranta minuti non si è andati oltre alla cinquina di canzoni in setlist), ma che altresì lasciano basiti gli spettatori, in contemplazione. Cavazzini, va beh, è il solito maestro di tecnica e stile, e con la sua acustica disegna trame micidiali e degne dei più grandi nomi della scena italiana. Anche i nuovi innesti però non sono affatto da meno, con la tromba e il sax che duettano e giocano fra loro con grande intelligenza, colorando lo show di emozioni e sensazioni che danno tutto un nuovo mood all'evento, che ora sa più di classico, è più frizzante, è più caldo e più ritmato.
Infine c'è lei, Veronica: una bianca Venere marmorea tra gli esili e adorni archi rinascimentali del Castello. Giovane, elegante e sinuosa, la cantante irradia sulla platea in estasi tutta la scalpitante energia che porta dentro, mentre a piedi scalzi, quasi silenziosa, emerge dal buio della notte con la sua grinta e determinazione. La ragazza suona per passione e per puro divertimento, lo si vede lontano mille miglia da come ride, scherza e gioca genuina e mai costruita con i compagni e con il pubblico, arivando al punto di correre sotto il palco per ballare con la sua gente le ultime note strumentali dei musicisti. E poi beh, sarà pure vero che ogni suo concerto è uno spettacolo per gli occhi, ma vogliamo parlare del trattamento di prima classe con cui vengono coccolati i nostri orecchi?! Come una fresca brezza di mare in una giornata afosa, pura carezza della sera, la sua timbrica dolce ma forte avvolge i nostri sensi, vibrando fino al cuore. Credo di averlo già detto, e se non l'ho fatto colgo ora al volo l'occasione, ma ancor più della sua perfetta intonazione, della sua esemplare estensione, della sua capacità di trasmettere sentimenti e sensazioni con la sola forza della voce, è la sua dizione perfetta a renderla definitivamente unica nel suo genere.
Questa sera in inglese, in altre occasioni in italiano, il modo in cui Veronica scandisce le singole parole è un tuono emozionale che nessuno può insegnare, e che per questo solo Madre Natura sa dare. Tanto di cappello quindi alla Genitrice di tutti noi, che ha voluto in questa piccola donna sì tanta veemente maestosità.

Ok. Visto che sto finendo di nuovo a parlare con quei toni aulici che potrebbero sembrare finti e costruiti per coloro i quali non sono mai stati ai piedi del palco di un concerto di questa giovane, chiudo con una dovuta critica che mi compete, e che altresì motiva il mio ruolo tra la folla dell'evento. Veronica, che fine hanno fatto i pezzi in italiano tratti dal tuo esordio discografico del 2014? Dai, forse era il tipo di fest che richiedeva un approccio più internazionale, non lo so, ma onestamente sono rimasto deluso di non aver ascoltato neppure una tra Nati Liberi, Nuvole Che Passano, Puoi Scegliere. Sono imprescindibili, davvero imprescindibili. Su!

  
Infine, a me sconosciuti, I Viaggi di Jules si presentano on stage con il loro folk acustico, venendo giustamente acclamati dal pubblico grazie a una prestazione di gran carisma, che tiene attiva e danzante la folla prima del grande finale sulle note del DJ Set. Di facile ascolto, questi due ragazzi mi hanno colpito e spero che un giorno le nostre strade si possano incontrare ancora, magari con una  maggiore preparazione sulla loro musica da parte mia, così che possa meglio cimentarmi a parlare del loro show che, a questo Fest, è stato comunque elettrizzante. Bravi!


Una nota finale va all'organizzazione, preparata e sempre competente, che ha permesso l'ottima riuscita di questa serata. Ce ne fossero di concerti così in giro, davvero! Super location, grande qualità audio: un binomio perfetto! La trasferta Genova-Massa è stata ampiamente ripagata.


 Tutte le foto della serata sono disponibili cliccando qui.


Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.