Roberto Tiranti - 40 / 25 (CD) - Recensione

Artista: Roberto Tiranti
Titolo: 40 / 25
Genere: Rock, prog rock, hard rock, heavy metal, musica sacra
Anno di uscita: 2014
Provenienza: Italia
Etichetta: -
Voto: 85/100

 
Concepito come compendio relativo allo spettacolo tenutosi l’11 Gennaio 2014 al Politeama Genovese (trovate il link al report del concerto in calce), questa uscita è divenuta una vera rarità, in quanto distribuita esclusivamente al cennato concerto e, successivamente, come ricompensa per i raisers del debutto del singer genovese su lunga durata (“Sapere aspettare”, già recensito da RME precedentemente).


Il progetto “40 / 25” è nato come primo bilancio della carriera artistica di Roberto Tiranti e, pertanto, anche il supporto che stiamo analizzando comprende episodi di diversa provenienza, estratti dalla variegata proposta dei progetti che hanno visto protagonista il cantante, scelti per rappresentare, in un breve minutaggio, un’idea dell’artista Tiranti.


L’album si apre con “Sinceramente”, brano pubblicato come singolo nel 2003 e recentemente riproposto nel disco di esordio; sublime ballata rock, la canzone rappresenta il primo episodio del percorso solista di Tiranti e, per sonorità e cura negli arrangiamenti, anche uno dei migliori.


Si prosegue con “Microsolco”, title - track del terzo album (ma primo con Roberto in formazione) dei Mangala Vallis del 2012; il brano, in inglese, è un mirabile esempio di come il prog rock proposto dalla band si sposi alla perfezione con un gusto melodico prettamente italiano, come nella migliore tradizione tricolore nel genere (uno dei pochi, in ambito rock, in cui non abbiamo nulla da invidiare ai gruppi anglosassoni).


In the shadow of the cross” degli hard rockers savonesi Vanexa, prime movers del metal italiano, è tratta dalla loro terza uscita discografica “Against the sun”, che rappresenta il primo album in assoluto registrato da Tiranti; il brano, originariamente uscito nel 1994, ma qui proposto in una versione rimasterizzata e ricantata nel 2002, è un solidissimo esempio dell’heavy metal classico proposto dalla band, molto diretto e d’impatto, con una prova di grande spessore del singer.

Con un totale cambio di atmosfera, si passa alla successiva “Ave Maria Guaranì”, composta da Ennio Morricone per la colonna sonora del film “Mission” di Roland Joffé; canto sacro, totalmente vocale, mostra la completa padronanza dello “strumento voce” da parte di Tiranti e la sua capacità di costruire / arrangiare in maniera convincente un brano esclusivamente contando sulle proprie doti canore.

Si ritorna al “profano” con la successiva “L.Y.A.F.H.”, tratta dall’album “Freeman” dei Labyrinth (2005), con cui la band tosco-ligure ha proseguito il proprio percorso di sperimentazione intrapreso con il precedente album omonimo di due anni precedente, che li ha portati ad un progressivo allontanamento dal sound del capolavoro “Return to heaven denied”. Il brano presenta un sound moderno, che alterna ritmiche serrate ad atmosfere eteree, con un ritornello da brividi: uno delle migliori canzoni dell’intera discografia della band, frutto di una “scommessa” (insita nel rischio di allontanarsi dalla propria consolidata formula vincente) completamente vinta.

La chiusura è affidata all’acustica “I remember”, introdotta da una versione a cappella di “Come again” di John Dowlan; il brano, anch’esso presente in “Sapere aspettare”, è un’intima ballata che ben rappresenta ed introduce a certe atmosfere presenti nel cennato disco, di cui rappresenta una sorta di anticipazione.

In conclusione, la qualità dei brani che compongono questo cd è eccelsa ed utile a rappresentare alcuni dei principali momenti della carriera di Tiranti, che riesce ad amalgamare tramite la sua voce e la sua classe percorsi musicali davvero distanti tra loro.

TRACKLIST

01 Sinceramente
02 Microsolco
03 In the shadow of the cross
04 Ave Maria Guaranì
05 L.Y.A.F.H.
06 I remember

ARTISTI

Roberto Tiranti (1, 4, 6)
Mangala Vallis (2): Roberto Tiranti: voce e basso; Mirco Consolini e Nicola Milazzo: chitarre; Cristiano Roversi: tastiere; Gigi Cavalli Cocchi: batteria.
Vanexa (3): Roberto Tiranti: voce; Roberto Merlone: chitarra; Sergio Pagnacco: basso; Silvano Bottari: batteria.
Labyrinth (5). Roberto Tiranti: voce; Andrea Cantarelli e Pier Gonella: chitarre; Cristiano Bertocchi: basso; Andrea De Paoli: tastiere; Mattia Stancioiu: batteria.

LINK

https://it-it.facebook.com/pages/Roberto-Tiranti-Solo-Artist/28167190948

http://www.rock-metal-essence.com/2014/01/report-di-40-25-lo-spettacolo-di.html
http://www.rock-metal-essence.com/2015/03/roberto-tiranti-sapere-aspettare.html

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.