Sleazer - Heroes of Disgrace - Recensione

Artista: Sleazer
Titolo: Heroes of Disgrace
Genere: Heavy Metal / Speed Metal
Provenienza: USA
Anno di uscita: 2014
Etichetta: /
Voto: 76/100

Bellissima la demo degli Sleazer da Senigallia (AN), una giovane formazione heavy metal autrice dell'autoproduzione a cinque tracce a titolo Heroes of Disgrace.

Autori di un heavy metal tradizionale e guerriero, capace di sfiorare sovente i canoni dello speed e del thrash anni ottanta, questi cinque musicisti compongono una serie di canzoni aggressive e prestanti, dotate del giusto groove e della giusta potenza esecutiva, penalizzate ad oggi soltanto da suoni di produzione abbastanza caserecci, ma mai fastidiosi. Una demo, o un EP così, pubblicato da una label di genere, ed ecco che tutta l'attenzione della scena heavy italiana, e non, sarebbe calamitata su questi giovani, davvero di talento sia compositivo che tecnico, merito di prove strumentali (e vocali del bravo cantante) davvero di spessore.

Insomma, mi rimane davvero difficile nascondere la soddisfazione che ho provato nell'ascoltare questo importante primo vagito di un gruppo che, se sarà in grado di ripetersi su questi livelli anche davanti a un LP, riuscirà davvero a fare strada nella scena heavy/speed internazionale. Con la forza dei suoi cori, con la bontà dei riff delle sue chitarre, con la forza vocale del suo cantante e la precisione feroce della sua sezione ritmica. Ma soprattutto, con la maestria compositiva delle sue canzoni, che paiono già frutto del palmo di una formazione attiva da decenni. Una su tutte? La title track Heroes of Disgrace. Pazzesca!

TRACKLIST

1. Eat the Dust
2. Feel The Fire
3. Too Hot to Handle
4. Heroes of Disgrace
5. Sabbath Lord

FORMAZIONE

Andrea Vecchiotti - Voce 
Edoardo Artibani - Chitarra 
Clemente Cattalani - Chitarra 
Diego Sbriscia - Basso 
Amedeo Paolini - Batteria

CONTATTI

https://www.facebook.com/TheSleazer?fref=tshttps://www.youtube.com/channel/UCUt2lhpbazzBNHQORC6mTdw

1 commento:

  1. La mia prima impressione su questo EP.
    Il classico è miglior modo di avanzare, per chi prova rischiando sempre nuove follie di nuovi generi obsoleti che nascono ogni giorno, questo EP rimane nel tema del metal, senza violentare il genere.
    I testi non sono le solite lagne qui siamo ritornati a una base che vi dà la carica e che inconsciamente fa cantare ad alta voce seguendo il gruppo.
    Per quello che tocca il suono del disco, non possiamo evocare il registratore della Fisher-price di tanti gruppi metal che rifiutano di darsi i mezzi per fare un EP decente, qui la voglia di sacrificare un paio di birre e uscite per dare qualche soldo alla produzione è stato messo.
    Per quello che tocca i musicisti, possiamo sentire la potenza, la velocità e la maestria dei due chitarristi che sembrano che si sfidano a colpi di assoli o di power chord; il bassista non è stato mutato come in tanti gruppi che mettono a zero il povero basso e che lo usano solo per metronomo, qui sentiamo che non ha un ruolo a mantenere il tempo e suona solamente, ma possiamo sentire l'espressione della sua virtuosità; per quello che tocca il batterista cosa possiamo dire, è più rapido di un treno, è più feroce di un leone, cosa chiedere di più ? Niente.
    Il cantante, una voce unica che si capisce, che non urla o strilla, ma che crea un mondo quello degli eroi della disgrazia senza intoppi ne aggressioni violenti!
    Cosa possiamo dire, è l’inizio di una fantastica avventura che riportano il classico del genere in questo tempo moderno popolato di gente lagnosa che urla, strilla e squilla come un maiale.

    Possiamo ringraziarli.

    RispondiElimina

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.