Night Demon - Curse of the Damned - Recensione

Artista: Night Demon
Titolo: Curse of the Damned
Genere: Heavy Metal
Provenienza: USA
Anno di uscita: 2015
Etichetta: SPV
Voto: 99/100

Tengo un centesimo di margine giusto perchè siamo a gennaio e poi non so più come fare se nel corso dell'anno mi arriva in redazione una pubblicazione heavy metal più bella di questa (impossibile!), ma il debutto sulla lunga distanza degli statunitensi Night Demon è il capolavoro metal tradizionale che non avrei mai pensato di poter ascoltare in questi anni recenti.

Segnatevi il titolo: Curse of the Damned, e la data di uscita: 19 gennaio, via SPV. Perchè se andate in giro spacciandovi per metallari non potete non avere originale in collezione questo sensazionale platter d'oltreoceano. I Night Demon, in due note biografiche, sono un terzetto proveniente dalla cittadina di Ventura, a un'ora da Los Angeles, che si ispira a Iron Maiden, Metallica, Diamond Head, Angel Witch, Riot e Saxon, oltre che alle leggende punk The Misfits, fin dall'EP d'esordio omonimo del 2013. Oggi, firmato il contratto con la SPV/Steamhammer per l'Europa, questi tre ragazzi debuttano con undici tracce esuberanti, registrate in presa diretta quasi fossero suonate live, grezze e compatte, che non guardano in facca niente e nessuno, e vengono composte e suonate con la maestria dei campioni.

Il tema del Male e del Maligno in tutte le sue forme muove la band lungo un songwriting che lascia ampio sfogo al genio vocale di Jarvis Leatherby (per il gruppo, anche valido bassista), un cantante dalla timbrica assolutamente vecchia scuola, molto carismatico e perfettamente a suo agio con i testi e, più in generale, con questo tipo di musica così compatta ed aggressiva. Un frontman d'eccellenza, che permette al chitarrista Brent Woodward di preoccuparsi solo del suo strumento, creando riff incredibilmente anni'80 nello stile e negli effetti, ma originali e vari nel tocco come di rado se ne ascoltano in artisti emergenti. Ben accompagnato dal ritmo infernale di Dustin Squire alla batteria, il chitarrista non si risparmia neppure negli assoli, molto tecnici e riusciti, perfetti per far risaltare (come se ancora ce ne fosse bisogno..) le sue importanti doti tecniche. Infine, plauso per i suoni di produzione, caldi, grezzi ma tarati a meraviglia, che collaborano e tanto nella ottima riuscita del platter.

Nulla da dire poi sulla tracklist, se non che appare priva di cali, riempitivi, imperfezioni, qualsivoglia difetto dalla prima nota di Screams in the Night, fino all''ultimo respiro di Save Me Now. Per questo motivo, trovo inutile lo svolgimento di una analisi track by track del disco, che sarebbe soltanto una inutile esaltazione di quanto fino ad ora sottolineato. Mi congedo perciò citando la sola The Howling Man come top track di un prodotto da brividi lungo la cute, che riporta in vita il sound più sanguigno dell'heavy metal, senza per forza di cose risultare eccessivamente banale e legato ai soliti clichè. Fondamentale!


TRACKLIST

1. Screams in the Night 03:29
2. Curse of the Damned 04:58
3. Satan 03:02
4. Full Speed Ahead 02:36
5. The Howling Man 06:47
6. Heavy Metal Heat 03:04
7. Livin' Dangerous 04:30
8. Mastermind 04:06
9. Run for Your Life 03:04
10. Killer 03:12
11. Save Me Now 05:15

FORMAZIONE

Dustin Squires - Drums
Brent Woodward - Guitars
Jarvis Leatherby - Vocals, Bass

CONTATTI

http://www.nightdemon.net/

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.