Melanchoholics - Solar Café - Recensione

Artista: Melanchoholics
Titolo: Solar Café
Genere: Ambient / Drone / Post-rock
Provenienza: GER
Anno di uscita: 2015
Etichetta: Eibon Records
Voto: 80/100

Post-rock / ambient dalla Germania con il terzetto dei Melanchoholics, autore sul finire del gennaio 2015 del suo terzo album, intitolato Solar Café e targato Eibon Records.

Registrato e prodotto dalla band, il platter è ispirato da una serie di fotografie scattate al villaggio di Flateyri, in Islanda, che hanno colpito particolarmente i tre musicisti, stimolandoli a comporre un album che esplora le tenebre e le luci, con malinconia, guardando dentro la propria persona alla ricerca di sentimenti. Tra disperazione, paure, sofferenze, ma anche tanto calore e vitalità, le melodie ambient e post rock del combo, fatte di battiti lonani, elettrici, echi di chitarre, suoni distorti, ci guidano in un viaggio lento e soffuso tra scenari e paesaggi mozzafiato, su strutture spesso semplici, ma di grande ed efficiente teatralità.

Ipontico, bollente, intenso come una soundtrack, talvolta brutale nella sua rilassatezza, Solar Café è un disco che riesce a farsi ascoltare, e a stupire, nonostante la sua voluta ripetitività di emozioni. E' misterioso ed è terrificante, e per questo non può che affascinare.

TRACKLIST

01 Rotten city radio
02 Adam Dunkel
03 Paranoia lodge
04 Hiring bearded women
05 Solar café
06 Presence of absence
07 The end belongs to this world
08 Nuclear welfare
09 minus 1 one

CONTATTI

http://www.eibonrecords.com/

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.