Axenstar - Where Dreams Are Forgotten - Recensione

Artista: Axenstar
Titolo: Where Dreams Are Forgotten
Genere: Melodic Heavy Metal
Provenienza: SVE
Anno di uscita: 2014
Etichetta: Inner Wound Recordings
Voto: 89/100

La label Inner Wound Recordings riesce ogni anno a regalarci almeno una grande gioia metallica. Quest'anno è il turno di Where Dreams Are Forgotten, il sesto album del quartetto svedese Axenstar, uscito a novembre.

Il disco, un lavoro power/melodic metal catchy, e dotato di una serie di canzoni in grado di stamparsi in testa fin dal primissimo ascolto, è accompagnato da un pacchetto visivo e sonoro di altissimo livello, che dimostra quanto gli Axenstar abbiano voluto puntare in alto con questa entusiasmante release. Fin dal songwriting, a cinque stelle, grintoso ed energico, soffice, melodico e vellutato dove si necessita, ricco di cambi di tempo e di passaggi di grande stile, nei quali trova la sua massima espressione il riffing geniale e compatto del duo di chitarristi formato da Joakim Jonsson alla leader e Jens Klovegard alla ritmica. Dinamitardo e roboante poi il drumming, ottimi gli accompagnamenti di tastiere e basi che creano sottofondo e profondità di suoni, sensazionale il cantato dell'anche bassista Magnus Winterwild, che si mette in mostra come una delle più ispirate voci melodiche di questo 2014 grazie a vocalizzi multiformi, massicci nella parti più heavy metal, carichi di sentimento nei rallentamenti, acuti quanto basta per essere definiti power nelle accelerazioni.

Fear e Inside The Maze, diverse nell'atmosfera ma messe lì entrambe in apertura, rovesciano giù dalle sedie tutti gli appassionati, risaltando come due delle migliori tracce power melodiche dell'anno. Ma anche My Sacrifice non cala di una virgola la qualità di questo songwriting, grazie a un riffing da antologia accompagnato da un lavoro alle pelli davvero irresistibile, andando a strutturare una tracklist priva di cali e sempre di altissimo livello, ma anche differente nota dopo nota, brano dopo brano. Lo dimostrano l'aggressività e la potenza di Demise e
This False Imagery, che apparentemente si scontrano con la cura melodica e l'attenzione compositiva della traccia finale Sweet Farewell, altro apice del disco con il suo magico cantato su basi ricche di stoppati e di ripartenze di grande qualità. Coronando un platter fondamentale per ogni supporter della scena power/melodic metal internazionale, e un nuovo piccolo gioiello metal made in Sweden!

TRACKLIST

1. Fear
2. Inside the Maze
3. My Sacrifice
4. Curse of the Tyrant
5. The Return
6. Demise
7. Annihilation
8. Greed
9. The Reaper
10. This False Imagery
11. Sweet Farewell

FORMAZIONE

Magnus Winterwild – Vocals, Bass
Joakim Jonsson – Lead Guitar
Jens Klovegard – Rhythm Guitar
Adam Lindberg – Drums

CONTATTI

http://axenstar.com/

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.