Anders "Blakkheim" Nyström (Bloodbath) - Intervista

Rock-Metal-Essence.com non si fa sfuggire la chance di intervistare una delle band Death metal migliori del momento. Con la recente rivelazione del nuovo vocalist e con l'uscita del nuovo full-length album, scopriamo cosa dobbiamo aspettarci dai Bloodbath.

Ai nostri microfoni, il chitarrista del gruppo, Anders "Blakkheim" Nyström

Benvenuto sulle pagine di Rock-Metal-Essence.com

Ho già avuto la possibilità di ascoltare la vostra nuova traccia, "Grand Morbid Funeral", online da qualche giorno; e l'ho trovata un esempio di vero Death metal, una grande evoluzione rispetto al già bellissimo "The Fathomless Mastery". Questo cambio di sound e stilistico è stato influenzato dal nuovo vocalist? 

No, avevamo pianificato un cambio nel nostro sound già in seguito a "The Fathomless Mastery". Sapevamo che avremmo avuto una svolta più sporca e rude nell'album successivo. Essendoci abituati ad un approccio più tecnico per un lungo periodo volevamo semplicemente tornare agli antipodi. Sappiamo che ci sono miriadi di persone che si aspettano un album che segua la stessa linea d'onda degli ultimi lavori, ma questo non accadrà. La libertà, in un progetto come quello dei Bloodbath, è poter fare esattamente ciò che vogliamo e ciò di cui abbiamo bisogno senza dar peso ai media, alle etichette o alle opinioni dei fan. E' un progetto guidato prevalentemente dal nostro istinto. 

Finalmente tutto il mondo metal conosce il successore di Akerfeldt: come avete preso la decisione di contattare Nick Holmes, e qual'è stata la sua reazione prima di unirsi alla band?

Beh, eravamo alla ricerca di un singer con uno stile differente già prima che Mike ci lasciasse e stavamo parlando con diversi individui, alcuni dei quali già praticamente nel progetto; ma alla fine abbiamo valutato la persona con cui era più confortevole lavorare, la persona che più rispettavamo come musicista, che poteva portare la propria conoscenza e abilità nel gruppo e che, infine, potesse condividere la nostra visione musicale. Nick Holmes dei Paradise Lost rispettava tutti questi criteri e, di conseguenza, lo abbiamo trasformato in Old Nick, un nonmorto errante, nomade, vagabondo...chiamatelo come vi pare.

Nick Holmes è il cantante di una grande band, i Paradise Lost. Sarà il vostro frontman definitivo?

Nick rimarrà ovviamente il frontman e vocalist dei Paradise Lost durante la sua permanenza nei Bloodbath. Questo progetto prevede un'attività molto bassa, sia in studio che live. Non sappiamo neanche se ci saranno altri nuovi album in futuro. Diaciamo che ci siamo riservati il diritto di scioglierci attraverso il titolo del nuovo album (gran funerale morboso, ndr).

Cosa dobbiamo aspettarci dal vostro nuovo full-length?

11 pezzi di putrido, grezzo e malato Death metal old school! Questo è il più oscuro di tutti gli album dei Bloodbath in assoluto!

Da quando il vostro gruppo è nato suonate Death metal old school: è perché non confidate nel Death metal moderno? Cosa ne pensate della nuova generazione di gruppi Death metal e dei vari sottogeneri nati negli ultimi anni?

Niente contro il Death metal moderno, e intendo DEATH METAL e non Deathcore o qualche tipo di brutal "smartphone metal". Ad ogni modo, il fatto è che quando ci siamo riuniti tutti assieme fu per precise ragioni. Tornando al 1998, fu come un esperimento spontaneo nato dalla nostalgia per dare tributo a quella vecchia scena con cui tutti noi siamo cresciuti, perché nessun altro lo stava facendo. Gli anni successivi furono magici e provavamo quel sentimento che le altre band sembrano non toccare più. La nostra passione è crogiolarci in tutto questo per nostro stesso diletto, perché questo strano impulso sembra non morire mai.

State attualmente progettando delle date live per la promozione del nuovo album in uscita a breve nei negozi? Vi esibirete anche in Italia?

Ci saranno circa una dozzina di Festival su entrambi i lati dell'Atlantico nel 2015, nessuno in Italia temo.

Se sarete presto in tour, con quali band vorreste esibirvi?

Come Death metal band potremmo esibirci con qualsiasi extreme metal band e rendere il bill del tutto rispettabile nei nostri confronti. Tuttavia, i Bloodbath probabilmente non saranno mai in tour; preferiamo apparire esclusivamente ai Festival. Rende le nostre apparizioni speciali in questo modo e almeno le persone non si annoieranno nel vederci ah-ah!

Beh, credo di averti rubato fin troppo tempo. Ti ringrazio di cuore per la tua gentilezza e ti auguro buona fortuna per la tua carriera. Sentiti libero di terminare l'intervista come più ti piace.

Grazie per il vostro supporto e interesse nel Death metal a nome dei Bloodbath. A presto!


Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.