Illacrimo - Intervista

Il 23 ottobre è stato pubblicato Chains In The Cold, il primo singolo e clip degli iLLacrimo. Il brano, uscito su etichetta Resisto, anticipa l'omonimo EP di debutto della hard rock band italo-ungherese, la cui uscita è prevista per gennaio 2015, dopo la preview rappresentata da Non Credi (video presentato in esclusiva sui canali social della band).

Registrato, come tutto l'Ep, in Italia e mixato a Londra presso il Fastermaster studio sotto la direzione artistica di Matteo Cifelli (Betty Poison, Il Divo, Helene Fisher, Mike & The Mechanics, etc...), il singolo e video Chains In The Cold è disponibile in tutti gli stores digitali (iTunes, Spotify, Nokia, Shazam, Amazon, Deezer..). Abbiamo incontrato Davide e Federica, rispettivamente chitarrista e singer degli iLLacrimo

https://soundcloud.com/illacrimo-1

di Maria Giovanna Pintori

Ciao. tra le vostre influenze più palesi ci sono band come Evanescence e Lacuna Coil. Quale è, secondo voi, l'ingrediente principale che ha permesso a questa branca del rock/metal alternativo di ottenere un così grande e costante seguito?

D: Ciao. Penso che l'elemento fondamentale in questo settore sia il connubio di diversi fattori mixati sapientemente: una musica dura, figlia del metal e dell'hard rock, da sempre un tipo di musica “maschile”, assieme ad una voce femminile, a volte con impostazione lirica, ed una certa teatralità, ricercatezza sonora, scelta dell'immagine che, forse, durante gli anni '90 si era un po' persa con l'avvento del grunge, con tutto il rispetto per questo genere.Mi ricordo nel 1999, quando vidi la band di Cristina Scabbia aprire al Gods of Metal...per me fu scioccante vedere una donna in un contesto che (ero un mocciosetto) consideravo da maschi! Negli anni abbiamo avuto poi conferme che il mix, il gusto, la tecnica e la costanza di gente come loro (ma potrei anche dire gli “Amaranthe”, i “Nightwish”) non fossero un fuoco di paglia bensì una vera e propria corrente. Ci tengo a precisare però che noi siamo influenzati da questi mostri sacri più per la loro capacità musicale, per il sapersi creare un'immagine forte e di impatto, per la loro effettiva capacità tecnica, piuttosto che per il genere di appartenenza, come puoi sentire dai nostri brani.

Parlateci della scena musicale della zona in cui siete cresciuti.

F: Davide ed io siamo piemontesi, quindi oltre al Vercellese, conosciamo la realtà di tutte le zone a noi limitrofe come Chivasso, Torino, ecc... sino ad arrivare verso il Milanese e dintorni. Trovo ci siano veramente tante cover band e tribute band, ovviamente di differente bravura e per tutti i generi e gusti musicali, ma a livello di inediti il panorama è meno ricco essendo difficile farsi conoscere. Sono stata per diversi anni nel Modenese e nel Bolognese trovando una situazione più aperta, propensa all'ascolto verso le novità. Resta comunque alto il livello musicale nel circondario.

La voce di Federica è tecnicamente ed emotivamente strabiliante, in grado di attraversare stati d'animo completamente diversi tra di loro; elementi che definirei imprescindibili per il vostro genere....

D: Fede è la nostra punta di diamante, ...è una testa “particolare” e bisogna saperla valorizzare, ma è indubbio che sia l'elemento più forte della nostra musica.

Come nasce un vostro brano? Raccontateci situazioni e dettagli.

D: Il 90% delle volte nasce da una mia idea, che sviluppo e scrivo per intero con tanto di partitura; mi piace molto mettermi lì e lasciare che mani e testa “facciano il loro sporco lavoro”..Non riesco a scrivere solo una parte, il più delle volte di un pezzo ho l'idea di come debba suonare nella sua totalità e di questo posso ringraziare i tanti maestri che mi hanno “formato” nel corso dei miei studi. Se nel frattempo mi viene in mente anche un testo che possa sposarsi bene con la musica, allora lo scrivo, altrimenti Fede è l'autrice della parte testuale. Una volta fatta una registrazione nel mio “studietto”, io e lei, sbizzarrendoci con strumenti che normalmente non suoniamo, la passiamo ai nostri ragazzi che, naturalmente, perfezionano la parte relativa al loro ruolo, dopodichè passiamo in saletta dove proviamo il brano live e decidiamo se il tutto funziona o no. A volte rimane uguale, altre volte rovesciamo completamente e ripartiamo da zero, altre ancora semplicemente lo cestiniamo. Può sembrare molto macchinoso ma in realtà funziona bene come metodologia.

F: Siamo in sei e viviamo lontani, purtroppo è impossibile trovarsi e “creare” da zero tutti assieme, nel modo romantico che ci si immagina quando si parla di “gruppo musicale”; non abbiamo il tempo materiale per farlo pertanto in questa maniera abbiamo sempre qualcosa di scritto e composto da cui partire senza, spiace dirlo, buttare tempo all'aria. E comunque io e Davide siamo da sempre i compositori di questo progetto nato un anno e mezzo fa.

“1000 Reasons to?”: , è un brano difficile da comprendere, ma non per questo poco affascinante....

D: Episodio intimo, nato da una storia d'amore terminata male, svuotato da ogni strumento che possa in qualche modo allontanare l'attenzione dalla linea vocale e dal testo sofferto. Protagonisti assoluti il pianoforte che "canta" assieme alla voce le domande che ci si pone dopo aver concluso un rapporto, due entità musicali distinte che si intrecciano per tessere il discorso. Le varie modulazioni portano ad una conclusione in cui un assolo chitarristico suddiviso in più momenti, ci accompagna verso una rinascita che non può venire a mancare in situazioni del genere.

Dove possiamo ascoltare la vostra musica e rimanere aggiornati su tutte le news che riguardano gli iLLacrimo?

D: Facebook , la nostra fan page..

F: Non solo. Gli iLLacrimo li puoi trovare anche su iTunes store, YouTube, Twitter, Reverbnation, Soundcloud e tanti altri. Un saluto a tutti i lettori di Rock Metal Essence !

https://www.facebook.com/illacrimo



Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.