Florian Hofer - Intervista

Florian Hofer è un giovanissimo cantautore tedesco che abbiamo da poco conosciuto attraverso l'ascolto del suo nuovo album 'Reaching', uscito soltanto qualche settimana fa. 

Un disco che miscela assieme diverse sonorità, dal blues rock, al soul, al rock, etc., il tutto attraverso un tocco antico e intimo, che ci ha sicuramente colpito e deliziato. Eccoci dunque a scambiare due chiacchere con lui, nel tentativo si scoprire qualcosa di più sulla sua vita, e sulla sua bellissima musica.  

Come è nata in te la passione per la musica e quando hai deciso che saresti diventato un musicista?

Ciao e grazie per il tuo interesse e per le tue domande! Quando avevo quattordici anni, ho scoperto un disco chiamato ‘Harvest’ di Neil Young nella collezione di mio padre. La canzone ‘Heart of Gold’ mi ha colpito così tanto e in così tanti modi da darmi una nuova prosepttiva sulla vita - qualcosa che andavo cercando disperatamente in quel periodo della mia vita. La scuola era un vero incubo per me. Suonare non fu solo una cura per il mio animo, ma anche la cosa più figa da fare per un ragazzino.

Quali sono le tue maggiori influenze musicali?

Ce ne sono tante, e cambiano a seconda dei momenti. Solitamente risponderei dicendo che le mie esperienze sono la mia più grande influenza. Tutto quello che nasce dal cuore mi colpisce e ha una influenza sulla mia arte.

Come nascono solitamente le tue canzoni?

Anche in questo caso, varia a seconda dei momenti. Qualche volta c'è un riff, una melodia, un motivo o una frase testuale. E da queste mi muovo. Ci sono volte in cui bastano secondi, altre dove servono settimane.

Credi che lavorerai solo su album solisiti in futuro? O ti troveremo presto a suonare in una band o in un diverso progetto?

Tutto è possibile. Il futuro mostrerà quello che verrà. Qualunque cosa sarà, verrà dal cuore e di certo non avrà a che fare con tutti quei trucchi del computer che molte band usano oggigiorno. Facilitare le cose distrugge ogni tipo di ispirazione.

Come decriveresti il tuo nuovo album 'Reaching' a un lettore che non lo ha ancora ascotlato?

E' una registrazione onesta e dal sound ruvido, ricca di varietà.

L'album suona come un mix di blues rock, funk, soul, rock and roll. Continuerai a comporre secondo questa formula, o hai nuove idee in testa? Stai scrivendo nuovo materiale al momento?

Scrivo costantemente nuova musica. Vedremo cosa ne uscirà. In testa ho qualcosa di molto differente da quello che ho fatto con  ‘Reaching’ ma non si sa mai. Sono aperto a nuovi sound e a nuove idee.

Sei un cantante, ma anche un chitarrista. Quanto a lungo ti eserciti ogni giorno per migliorare la tua tecnica?

Quando avevo sedici anni mi esercitavo davvero tanto per migliorare la mia tecnica alla chitarra. Non ho invece fatto grossi sforzi per il mio cantato. Ho soltanto provato finchè non mi è sembrato buono abbastanza per registrare qualcosa. C'è voluto un po' penso. Alcuni dicono che è solo piacere e divertimento creare musica ed essere un artista. Ma non è vero. Credo che tu debba lavorare molto duramente per creare qualcosa fuori dal nulla. Nessuno ti dice cosa devi fare. Devi fare tutto da solo.

Suonerai dal vivo in Italia?

Appena il mio management mi organizzerà uno show in Italia! Amo l'Italia e l'ho sempre amata. E' un Paese davvero unico e bellissimo. La gente, la natura, il cibo… tutto fantastico. Ho sempre voluto imparare l'italiano. Magari un giorno troverò il tempo.

Che consiglio daresti ai giovani musicisti come te che stanno cercando di emergere nell'industria musicale?

Fate quello che vi dice il cuore e non lasciate che nessuno porti via i vostri sogni. Si vive una sola volta.

Quali sono i tuoi pensieri sul mercato musicale di oggi?

Sai, non sono un bravo business man e cerco di starne fuori il più possibile. Credo che il mercato sia cambiato molto negli ultimi venti anni. Non credo che oggi sia più difficile per gli artisti. Le cose stanno cambiando ed è sempre andata così. Sono sicuro che Hendrix sarebbe impazzito se avesse conosciuto internet. Sarebbe stato forse tutto il tempo al telefono, a twittare, postare... tutta quella spazzatura. (ride)

Grazie davvero per il tempo dedicatoci. Se vuoi aggiungere qualcosa, fai pure!

Voglio dire 'Ciao' ai miei amici italiani e farò il possibile per suonare presto in Italia! Grazie ancora per il vostro interesse. Ciao

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.