Frozen Caress - Introjection - Recensione

Artista: Frozen Caress
Titolo: Introjection
Genere: Dark / Gothic / Doom Metal
Anno di uscita: 2014
Provenienza: ITA
Etichetta: /
Voto: 83/100

Mai nome di formazione fu più azzeccato. I Frozen Caress debuttano sul mercato discografico con Introjecton, un album dal gusto agrodolce, chiaroscuro, che proprio come una gelida carezza scorre sulla pelle di chi, rapito, ascolta.

La band appare fin dalla primissime battute abile nel calamitare l'attenzione di chi sente su ogni singola nota suonata, quasi ci si trovasse di fronte ad un concerto nel quale la musica disegna con gesso immagini su una nera parete. Oscillando tra doom metal, gothic e dark rock, e incredibili momenti riflessivi ed intimi al limite dell'atmosferico/strumentale, i Frozen Caress ci immergono in universo oscuro, misterioso e malinconico, capace però di brillare a sprazzi di pura e raggiante luce, in sequenze ariose di grande intensità emotiva. C'è un non so chè di raffinato e ricercato in questo disco, che allontana la banalità e stringe la mano all'imprevedibilità, ma nonostante questo riesce a portare alla mente il ricordo di realtà quali Tiamat, Anathema, persino Robert Wyatt nell'insolito e curioso brano Diary Of A Voiceless Poe.. Insomma, siamo qui di fronte a una musica dalla produzione bombastica e curata in ogni suono che si allontana da ogni schema e si evolve libera, semplice e leggera come un respiro, ma emotivamente pesante come un macigno.

Un dualismo continuo, tra ombre e luce, tra incubo e realtà, che si muove su un songwriting prezioso e ispirato, e su sezioni strumentali di grande classe e padronanza tecnica. Se Davide Serra appare il leader indiscusso del progetto grazie al suo lavoro di tastiere e voci, a nulla varrebbe la sua prova senza l'aiuto del bravo bassista Edoardo Giardina e di Antonio Leggieri, che con la sua chitarra e la sua drum machine dirige come un affermato direttore d'orchestra queste dieci composizioni.

Impossibile infine effettuare una analisi delle singole tracce, visto che appare evidente che questo album rende al meglio se ascoltato d'un fiato, dal suo inizio al suo culmine senza interruzioni. Vi basti sapere che non è qui presente un momento di calo o un filler, e che tutta la tracklist si mantiene su un livello tale da motivare il voto di rilievo con cui giudichiamo questo prodotto. Ad ulteriori analisi, rimandiamo al vostro stesso padiglione auricolare.   


TRACKLIST

1. Sold Out, Like Seats In Heaven
2. Mr & Mrs Doe
3. De Solo Corde
4. The Moodswing
5. Schopenhauer
6. Promenade
7. Nevermore The Sun
8. Diary Of A Voiceless Poe
9. Quartet For The End Of Time
10. Heroes Die First (hidden track)

FORMAZIONE

Davide Serra - piano, keyboards, vocals
Edoardo Giardina - bass
Antonio Leggieri - guitars, drum machine programming

CONTATTI

https://www.facebook.com/frozencaress

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.