No Sinner - Boo Hoo Hoo - Recensione

Artista: No Sinner
Titolo: Boo Hoo Hoo
Genere: Blues / Rock 'n' Roll
Anno di uscita: 2014
Provenienza: CAN
Etichetta: Provogue
Voto: 92/100

Uscirà in tutta Europa il 21 gennaio 2014 Boo Hoo Hoo, il disco d'esordio dell'ultima band firmata dalla celebre label Provogue: i canadesi No Sinner

Un terzetto giovane, capitanato dalla 25enne Colleen Rennison (il cognome è proprio No sinner, letto al contrario), che suona un blues fresco e coinvolgente, talvolta vicino al rock 'n' roll e al crossover.

Un album che quasi certamente si rivelerà essere uno dei top assoluti in questo campo per l'anno a venire, vista la facilità con cui si lascia ascoltare a ripetizione, e a fronte di tutte le sue innate qualità. In primis, la voce di Colleen appare tra le più emozionanti recentemente ascoltate. La sua timbrica è bollente, intonata e passionale su ogni vocalizzo o sfoggio tecnico, capace di permeare sentimento su ogni lento, grinta su ogni accellerazione. La sua prova sugli scudi trascina di conseguenza i compagni, autori di un accompagnamento curatissimo e ricco di melodia e suoni, con riff, arpeggi e assoli di chitarra riuscitisismi, e parti di batteria leggere quanto importantissime alla riuscita complessiva del disco. Infine i suoni, realmente da major, ricchi e definiti, avvolgenti, trasportano il nostro ascolto verso nuove sfere sensitive, verso altre galassie emozionali.

Una tracklist che, in conclusione, non lascia spazio a cali o riempitivi, e che parte subito con il pezzo da novanta del disco, Boo Hoo Hoo, un motivo divertentisismo e tutto da cantare, specie ai concerti. Magnifica poi anche la seguente Love Is A Madness, pezzo dal sapore e dal feeling anni sessanta, arrivando senza perdere mai di intensità fino a una maschia Work Song che tira fuori tutta la rabbia e grinta del combo. Poi That'd Be The Day, una ballata che poggia forte sulla voce di Colleen, ci farà da antipasto al miglior brano in assoluto del disco, Rise Up, un lento che ha la forza e l'intensità emozionale di un Warren Haynes o di un Jeff Buckley. Non scherzo.

E con la altrettanto bella September Moon i No Sinner chiudono il loro esordio lasciandoci storditi di fronte a cotanta magnificenza. La certezza è che sentiremo a lungo parlare di questo terzetto, probabilmente in ogni latitudine del nostro globo. Non solo per merito di una delle migliori label in circolazione, ma anche e soprattutto grazie al genio di Colleen e dei bravi musicisti al suo servizio. Straordinario!

TRACKLIST
 

1. Boo Hoo Hoo
2. Love Is A Madness
3. Runnin'
4. If Anything
5. Work Song
6. That'd Be The Day
7. Rise Up
8. Devil On My Back
9. September Moon

FORMAZIONE

Colleen
Eric
Ian

CONTATTI

http://nosinner.com/

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.