Hell's Domain - Hell's Domain - Recensione

Artista: Hell's Domain
Titolo: Hell's Domain
Genere: Thrash Metal
Anno di uscita: 2013
Provenienza: Danimarca
Etichetta: Punishment 18 Records
Voto: 80/100

Dopo una lunga attesa fatta di comunicati, di video e delle più varie notizie, ecco finalmente giungere tra le nostre mani il debutto assoluto dei thrasher danesi Hell's Domain, a titolo omonimo, in uscita nei negozi il 23 settembre per la label Punishment 18 Records.

Un disco che dimsotra subito di aver meritato tutta questa attesa, rivelandosi come un perfetto esempio di thrash metal in stile Bay Area (Exodus, Anthrax..) unito alle tipiche sonorità filo-scandinave del genere, per un sound che può essere facilmente paragonato a quanto di buono fatto in passato dai mitici Artillery. La produzione è molto curata e mette perfettamente in risalto la potenza dei riff speed delle chitarre di Bjørn Bihlet e Andreas Schubert, veri leader nel sonoro di queste composizioni e ben supportati da una sezione ritmica cavalcante e aggressivissima come quella del bravo bassista Lars Knudsen e del batterista Anders Gyldenøhr. Infine, perfettamente abbinato a queste basi musicali matte ed ispiratissime, il cantato di Alex Clausen chiude con tanto stile e carisma il cerchio analitico di queste composizioni con una prova davvero sugli scudi, atomica nella sua efficacia e supportata in modo preciso da ottimi cori.    

11 tracce (una, la finale Sneaking Disease, una cover) che appaiono tutte dotate di un songwriting maturo e di livello, in perfetto stile speed thrash. Tra assoli sorprendenti, 100 Days In Hell e The Needle And The Vein aprono con carica il prodotto, che poi trova nuova grinta e calore nella bella The Trenches, forse vero apice compositivo di questo disco. Non deludono affatto neppure le seguenti canzoni, con Dead Civilization e A Good Day To Die nuovamewnte rimarcabili per il loro superbo muro sonoro e per la loro disarmante energia. Insomma, Hell's Domain è il tipico album d'esordio in grado di sfiorare la perfezione, che ci ricorda come il panorama thrash mondiale sia ancora vivo e vegeto, e pronto a sfornare altri gioiellini tutti da scoprire. Che aspettate a correre dal vostro negoziante di fiducia? Presto!


TRACKLIST

01. 100 Days In Hell
02. The Needle And The Vein
03. The Trenches
04. Order #227
05. The Walls Come Tumblin’ Down
06. Crawling In The Shadows
07. Dead Civilization
08. Hangman’s Fracture
09. As Good As Dead
10. A Good Day To Die
11. Sneaking Disease (“Crionic” Bonus Cover Song)

FORMAZIONE

Bjørn Bihlet – Guitar
Andreas Schubert – Guitar
Lars Knudsen – Bass
Anders Gyldenøhr – Drums
Alex Clausen – Vocals


CONTATTI

http://hellsdomain.dk/

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.