Steel City - Now It's Time - Recensione

Artista: Steel City
Titolo: Now It's Time

Genere: Alternative Metal/Groove Metal
Anno di uscita: 2013
Provenienza: Italia
Etichetta: logic(il)logic
Voto: 63/100


Il disco che andremo a recensire oggi è la prima sfida per una band italiana, i cremonesi Steel City. I cinque musicisti si presentano come artisti liberi da ogni vincolo di sorta, vogliosi di suonare con passione e tenacia la propria musica, ed ecco che la prima testimonianza che ci regalano è il full-length "Now It's Time", album composto da un'intro e nove pezzi la cui durata varia dai tre ai sei minuti.

Ci accorgiamo subito che gli Steel City propongono, sin dalla title-track, un alternative metal condito da sfuriate groove alla Pantera: i brani sono tutti energetici, tiratissimi e spezzati ritmicamente da una sezione ritmica che fa il proprio lavoro. "Last Evolution", "Mandragora", "Under Your Face" (influenzata questa dai Breaking Benjamin) ne è un esempio, con una batteria spaccaossa ed un basso saltellante (anche in slap) sempre in evidenza.
Sostanzialmente anche i chitarristi sono molto capaci, e certi assoli provano che non ci troviamo di fronte a gente tecnicamente incapace, anzi riescono a variare molto il mood dei pezzi. Il cantante Fabio Riccio si dimostra graffiante, ruvido, corposo nelle parti più aggressive, mentre negli episodi più melodici non riesce ad essere incisivo quanto dovrebbe.

Tuttavia, "Now It's Time" non ha molti momenti scontati o monotoni, poiché si tratta comunque di un disco serrato, che non lascia respiro all'ascoltatore essendo sempre mutevole e dinamico.
Forse, come molte altre band emergenti, gli Steel City peccano in originalità e personalità perché sì, "Now It's Time" è un disco composto bene e suonato meglio, ma non presenta chissà quali innovazioni, ma si impone come un riassunto di quello che ci ha dato la frangia più moderna del metal (vale a dire alternative, groove, nu, thrash e crossover). Consigliato agli amanti del genere.

Con tante buoni propositi, non si può assolutamente bocciare un'opera del genere ma si spera che in futuro la band acquisisca una maturità tale da dire qualcosa di nuovo all'interno della scena musicale nostrana. Le potenzialità non mancano.

TRACKLIST

01. Intro
02. Now It's Time
03. I Don't Belong
04. Last Evolution
05. No One's Guilty
06. Mandragora
07. Under Your Face
08. Where's My Home
09. Faster
10. Black Heart, Monster Tears

FORMAZIONE

Fabio Riccio - voce
Alessandro Cannatelli - chitarra
Samuele Cremonesi - chitarra
Andrea Brambilla - basso
Francesco Valente - batteria

CONTATTI

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.