Haven - Asylum - Recensione

Artista: Haven
Titolo: Asylum
Genere: Melodic Hard Rock
Anno di uscita: 2013
Provenienza: ITA
Etichetta: Autoprodotto
Voto: 60/100

Il rock melodico sta diventando, assieme al power metal e a generi più estremi, una delle istituzioni musicali della scena odierna scandinava. Un sempre crescente numero di formazioni sta infatti dedicandosi a questo genere e la tendenza in quelle aree sta volgendo verso la creazione di un vasto e ricco undergound di artsti, band e canzoni pronti ad arrivare fino a noi.

Gli svedesi Haven ci giungono a noi proprio da quelle terre cone debuttante realtà hard rock melodica. Il loro disco d'esordio Asylum, disponibile oggi sui nuovi canali promozionali Spotify e iTunes, è uscito sul finire del 2012 ed è stato interamente autoprodotto dalla formazione stessa. 

Difetti lampanti si abbinano qui a passaggi e strutture davvero interessanti. Partendo dagli aspetti negativi, purtroppo la voce del cantante Patrik Axlesson, seppur dotata di una buona timbrica quasi power in alcuni passaggi, non riesce a incidere come dovrebbe, specie sugli acuti. Molto meglio invece nei pezzi meno tirati e nelle ballad, dove anche ottime coralità riescono a supportarla in un lavoro certamente più efficente. Altro problema, oltre ai suoni sicuramente difettosi ma perdonabili trattandosi di una autoproduzione, è la freddezza con cui la band tutta si presenta, sia con un artwork abbastanza scarno, sia con una prestazione apparentemente distaccata e poco emozionale per un genere che sui sentimenti e sulle sensazioni fonda il 70% del suo successo.

Ma fortunatamente c'è del buono, a partire dalla struttura dei brani molto ben congeniata e fedele ai canoni del genere, che porta a ritornelli sempre di facile memorizzazione e forte impatto. Manca forse una hit, ma bei brani come Aim for the sky o Got You On My Mind ci sono eccome. 
Nulla da dire anche sulla tecnica del gruppo, molto valido il tappeto di tastiere di tastiere di Axlesson e le chitarre di Thomas Ricketts, dotate di un bel sound prestante nelle loro parti più aggressive e rock. Isomma, non tutto è da buttare, anzi, ma un lavoro di perfezionamento da parte dei ragazzi è sicuramente necessario.

IN PAROLE POVERE..

Un esordio altalenante, minato da un lato da una produzione bruttina e fredda, e da una prova nella media del cantante, e rafforzato dall'altro da buone canzoni e alcuni passaggi di stile. Asylum è un sufficiente punto di partenza, ma il cammino verso la gloria è ancora davvero lungo per gli Haven. 

TRACKLIST

1. Catch 3,57.
2: Aim for the sky 4,51.
3. You 4,38
4. Bury my heart (at wounded knee) 4,27
5. Evii 4,16
6. End of a new beginning 4,27.
7. Got you on my mind 4,54.
8. G.B.S 4,42.

FORMAZIONE
 

Patrik Axlesson - Vocals and Keyboard
Thomas Ricketts - Guitars
Robert Serghini - Drums
Jens Nordström - Bass


CONTATTI

 
http://www.havenmusic.se/

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.