Helreidh - Fragmenta - Recensione

Artista: Helreidh
Titolo: Fragmenta
Genere: Progressive Rock / Metal
Anno di uscita: 2012
Etichetta: Pure Prog Records
Voto: 83/100

A chi mastica metal melodico e progressivo deve essere venuto un bel sussulto nel rivedere attivo il moniker Helreidh, storica realtà italiana di questi generi inattiva da ben più di 10 anni. Il gruppo ha deciso infatti di riunirsi e di dare alle stampe un nuovo album, Fragmenta, in uscita il 9 novembre per la Pure Prog Records.

Ora, al fianco dei membri fondatori Yorick (guitars) e Luca Roggi (drums), troviamo il cantante Max ‘The Voice’ Bastasi, Aligi Pasqualetto alle tastiere e Francesco ‘Frana’ De Paoli al basso, i quali appaiono già integrati a meraviglia nel combo, riuscendo a dare un importantissimo contributo alla ottima riuscita del disco. Il sound si ancora sempre, come per tradizione di questo progetto, su solide radici progressive metal, aggiungendo però al suo sound importanti elementi tipici del rock progressivo e dell'hard rock più melodico, in un insieme che non fatica a ricordarci realtà di transizione quali Savatage o Kamelot, specialmente nei passaggi più sinfonici di questi brani. La passione e l'energia emergono nota dopo nota, e i componimenti si districano tra passaggi piuttosto semplici e nei canoni, e altri più complessi, contorti e originali. Preziosa la produzione, che da il giusto risalto agli strumenti ben tarandoli con il ruolo comunque primario che la carismatica voce deve qui avere, e (come già anticipato) magistrale il songwriting, vario e sempre ispirato anche e soprattutto nei brani di maggiore durata.

E' così difficile rimanere freddi e compassati di fronte a un brano ragionato come il bellissimo Ex Visionibus....Fatus, capace di esordire guidato da una riuscita parte di piano per poi evolversi in una magnifica sinfonicità d'impatto, che lascia spazio alla bravura di questi musicisti, con lode per il bassista De Paoli e per il bravo batterista Roggi. Ancor più travolgente è la bellissima mid-tempo in puro stile Savatage intitolata Orfeo's Lament, forte di una prova sugli scudi sia del cantante Bastasi che del chitarrista Yorick. E in chiusura, sono avvolgenti le trame progressive della canzone Zep Tepi, dove le tastiere di Pasqualetto disegnano trame d'autore molto in linea con i grandi passaggi del progressive settantiano, e non.

IN PAROLE POVERE..

Un ritorno che squote la scena quanto un terremoto. Fragmenta è un disco di classe che ci riporta alla luce una band che ha davvero ancora molto da poter dire, non solo a livello locale ma piuttosto internazionale. Vario, ispirato e ben prodotto, l'album ha le carte in regola per piacere a tutti gli appassionati, risultando tra i migliori tentativi discografici di questo 2012.

TRACKLIST

1. Exordium: Fragmenta        
2. In Hoc Signo Vinces      
3. Ex Visionibus....Fatus *      
4. Orfeo´s Lament *        
5. Exile (We Mot Delen Ato)      
6. Shades Of My Untimely Autumn        
7. Zep Tepi *        
8. Congedum: Whispers From Outer Space

* migliori canzoni

FORMAZIONE
Yorick: guitar
Francesco "Frana" De Paoli: bass
Max Bastasi: vocals
Aligi Pasqualetto: keyboards
Luca Roggi: drums


CONTATTI

 

http://www.myspace.com/helreidh

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.