Prassein Aloga - Midas Touch - Recensione

Artista: Prassein Aloga
Titolo: Midas Touch
Genere: Heavy Metal
Anno di uscita: 2011
Etichetta: Heart of Steel Records
Voto: 70/100

Fondati nel 1995, i greci Prassein Aloga avevano sempre composto dischi heavy metal in pura lingua madre. Nel dicembre 2011 invece e per la prima volta in assoluto la band ha pubblicato un album in inglese, intitolato Midas Touch e distribuito sotto la label Heart of Steel Records.

Un prodotto sicuramente interessante e particolarmente variopinto di diverse influenze musicali, a partire dal puro heavy metal, per arrivare a passaggi quasi sinfonici, ad altri simil-ambient, alternative e ancora quasi thrash o glam metal. Il tutto senza quasi mai perdere la propria dimensione musicale e mantenendo una coerenza importante che mi permette di giudicare il prodotto come materiale molto originale, ancor prima che di piacevole ascolto. Certo, ci sono passagggi più riusciti ed altri meno, ma è il prezzo da pagare quando si cerca di essere fin troppo vari nel proprio genere. La marcia in più al disco è comunque conferita sicuramente dall'abile cantante Angello, la cui timbrica riesce ad adattarsi sempre benissimo alle differenti sonorità mascherando grazie alla sua potenza ed energia qualche carenza tecnica, specie nell'estensione. Molto buone le chitarre di Elias e Anthimos Monti, graffianti e compatte, abili nel diventare un tutt'uno sul riffing per poi slegarsi sulle parti soliste, peraltro davvero ben composte. Infine, danno la giusta profondità di suoni la tastiera di George Arthur e il basso di Kostas, con la batteria di Tasos a martellare precisa il ritmo dei componimenti.

Andando a parlare nel dettaglio delle canzoni, ottima (forse la migliore in assoluto) è la traccia d'apertura Lamb To The Slaughter, con i suoi tratti quasi ambient di sottofondo e il suo ritmo aggressivo e capace davvero di rapire l'attenzione dell'ascoltatore. Molto bene anche la seguente See The Bodies, dallo stile quasi thrash metal, ma poi c'è un lungo tratto del disco un po' anonimo e imperfetto, che ritrova le sue giuste qualità solo con I Hate You, un motivo molto originale che sconfina ampiamente nell'alternative. Bello il riffing, specie della chitarra solista, di Inner War, molto piacevole la title track Midas Touch, un brano nei canoni dell'heavy metal moderno, e poi infine la traccia Melancholy Of Midas, un lento strumentale triste e cupo e forte soprattutto di ottime parti di piano.

IN PAROLE POVERE..

Hanno forse ancora bisogno di raddrizzare un po' la mira e capire del tutto cosa vogliono suonare, però i greci Prassein Aloga hanno la capacità importante di saper fare tante cose e tutto abbastanza bene. Midas Touch è un disco vario e ricco di sonorità differenti, convincente sotto molti aspetti, altalenante per altri. Mi sento comuqnue di promuoverne e consigliarne l'ascolto a chi più è abituato ai sound metal moderni e a stili camaleontici e fortemente differenti tra loro brano dopo brano.

TRACKLIST

1. Intro
2. Lamb To The Slaughter *
3. See The Bodies *
4. Madness
5. Flesh Of life
6. Hunt You Down
7. I Hate You *
8. Stain
9. Inner War *
10. Midas Touch *
11.Your Holiness
12. Waiting 4 Redemption
13. Shade Of Grey
14. Melancholy Of Midas *

* migliori canzoni

FORMAZIONE

Angello - Vocals
Elias - guitar
Anthimos Manti - guitar
Kostas - bass
George Arthur - keyboards
Tasos - drums

CONTATTI

http://www.myspace.com/prasseinaloga

PER ACQUISTARE IL DISCO

http://www.rockitaly.com/heartofsteel/2011_prassein.htm

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.