Delain - We Are The Others - Recensione

Artista: Delain
Titolo: We Are The Others
Genere: Symphonic / Gothic Metal
Anno di uscita: 2012
Etichetta: Roadrunner / Universal
Voto: 78/100

Premessa: ho un debole per Charlotte Wessels. Non solo perchè è una bella figliola, ma anche perchè ha una voce dalla timbrica cos= dolce ed avvolgente che, boh, semplicemente mi ipnotizza. Detto ciò, gli olandesi Delain affontano in questo 2012 il loro terzo capitolo discografico, a titolo We Are The Others, pubblicato in questo giugno dalla Rodrunner Records

Il disco riparte sostanzialmente da dove avevamo lasciato la band nel 2009. Il sound è infatti sempre quello, un metal influenzato sia dallo stile gotico che da quello sinfonico, sostanzialmente molto melodico, che poggia forte sulle parti di tastiera quasi ancor più che su quelle di chitarra, e sulla suddetta vocalità della Wessels. La produzione è positivamente nella media qualitativa delle uscite Roadrunner e l'energia sprigionata dalla band attraverso le casse del vostro stereo è notevole. Come già anticipato, è sicuramente apprezzabile il lavoro di tastiere di Martijn Westerholt, che crea sempre un buon tappeto di fondo e di sfondo alle canzoni, siano esse più o meno aggressive. Bene comunque anche il chitarrista Timo Somers, che si conferma sicuramente un bravo musicista ma che pecca un po' troppo sulla mancanza di originalità, al pari del bravo bassista Otto van der Oije (ottimi alcuni suoi passaggi) e del batterista Sander Zoer. Di Charlotte non dico altro, fantastica.

Seppur con qualche alto e basso, la tracklist qui proposta dimostra una buona qualità generale e una più che discreta padronanza dei mezzi. Positiva l'apertura con Mother Machine, un brano levigato e dallo stile particolarmente ricercato sul ritornello, e molto bene la title track We Are The Others, forte di uno dei migliori cantati della Wessels di sempre. Colpisce nel segno Hit Me With Your Best Shot, ma meglio ancora fa la (quasi) ballata I Want You che, al di là di un testo un po' scontato, regala intense emozioni. Ottima Generation Me, energica e ben ritmata, e davvero orginale Are You Done With Me, con il suo sound che per lunghi tratti strizza l'occhio al pop più radiofonico. E prima di concludere, c'è ancora spazio per il già singolo Get The Devil Out Of Me, altro pezzo dalle belle melodie e dal refrain certamente d'impatto.

IN PAROLE POVERE..

We Are The Others è un album che non inventa assolutamente nulla di nuovo, ma che suona maledettamente bene dalla prima all'ultima nota. Ad oggi forse la miglior prova discografica dei Delain, il disco mostra tutte le potenzialita' di una band in continua maturazione ma non ancora arrivata al suo massimo splendore. Il livello è gia' molto buono, ma è lecito aspettarsi di piu. Perchè no, magari dal prossimo album.

TRACKLIST

01. Mother Machine *
02. Electricity
03. We Are The Others *
04. Milk And Honey
05. Hit Me With Your Best Shot *
06. I Want You *
07. Where Is The Blood (feat. Burton C. Bell)
08. Generation Me *
09. Babylon
10. Are You Done With Me *
11. Get The Devil Out Of Me *
12. Not Enough

* migliori canzoni

FORMAZIONE

Charlotte Wessels – voce
Timo Somers – chitarra, cori
Martijn Westerholt – tastiere
Otto van der Oije – basso, voce death
Sander Zoer – batteria

CONTATTI

http://www.delain.nl/

PER ACQUISTARE IL DISCO

http://www.bol.com/nl/p/we-are-the-others/1000004012234568/

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.