Hardline - Danger Zone - Recensione

Danger Zone 2012
Artista: Hardline
Titolo: Danger Zone
Genere: Melodic Hard Rock / AOR
Anno di uscita: 2012
Etichetta: Frontiers Records
Voto: 93/100

Si apre il sipario sulla nuova attesissima formazione degli Hardline, storico progetto hard rock autore di uno sfolgorante esordio, Double Eclipse, purtroppo mai totalmente equiparato dalle due seguenti e più recenti uscite. Ora l'unico componente originale rimasto, il cantante Johnny Gioeli (Axel Rudi Pell, Crush 40), può contare su compagni esperti quali Alessandro Del Vecchio (tastiere e cori), Thorsten Koehne (chitarre), Anna Portalupi (basso) e Francesco Jovino (batteria) per dare seguito, con questo Danger Zone, ai fasti del passato.

E il risultato è dei migliori. Il disco si dimostra assolutamente vario e caratterizzato da interessanti spunti, in particolare sulle curate parti di tastiera e di chitarra rispettivamente di Del Vecchio e della rivelazione (in questa veste) Koehne. E mentre la voce di Gioeli, al solito eccezionale per gittata e presenza scenica, disegna linee vocali inarrivabili ai più, ben si comporta anche la sezione ritmica, con un basso egregiamente suonato dalla Portalupi e una batteria martellante al punto giusto di Jovino, non a caso alla corte del progetto U.D.O.
Convince a pieno anche la produzione, che da perfetta luce a un songwriting di gran classe e capace di tenere sempre alto il ritmo dell'album, alternando pezzi tiratissimi con ballate o pezzi dalle melodie perfettamente levigate.

Ecco così che brani come Fever Dreams e 1o,ooo Reasons si erigono a pilastri della parte inziale dell'album grazie al loro ritmo serrato, a riff compatti e a cori esplosivi sui ritornelli. E' poi il turno della preziosa Stronger Than Me, tra i migliori componimenti in assoluto grazie alla sua capacità di mettere in luce la parte più dolce e emozionale della voce di Giolei, qui assolutamente sugli scudi, e della soffusa e innamorata mid-tempo Never Too Late For Love. E poi, inimitabili i cori di un altro pezzo da 90 come Stay, e gli arrangiamenti Look At You Now, che trasportano il brano fino a uno dei migliori refrain dell'intero lotto. Indimenticabile anche l'ultima ballad Please Have Faith In Me e, infine, l'aggressività di The Only One, tassello finale di un prodotto davvero maiuscolo.

IN PAROLE POVERE..

Se il paragone con il pesante fardello dell'esordio s'ha sempre da fare, allora Danger Zone è destinato a rimanere secondo nella discografia degli Hardline. Ma è altrettanto evidente che qui i ragazzi hanno (saggiamente) voluto distaccarsi da quelle melodie, continuando e portando a maturazione quel sound più moderno che non riusciva del tutto ad emergere nelle precedenti uscite. Ora abbiamo una band al 100% ispirata e convincente, capace di dare vita a un disco ben oltre la media delle uscite odierne e splendidamente amalgamata nei suoi componenti. Finalmente è giunto il momento di attendersi una tourneè europea di questo gruppo, io non sto già più nella pelle. 

TRACKLIST

01. Fever Dreams *
02. 1o,ooo Reasons *
03. Danger Zone
04. What I’d Like
05. Stronger Than Me *
06. Never Too Late For Love *
07. Stay *
08. I Don’t Want To Breakaway
09. Look At You Now *
10. Please Have Faith In Me *
11. Show Me Your Love
12. The Only One

* migliori canzoni

FORMAZIONE

Johnny Gioeli - voce
Alessandro Del Vecchio - tastiere e cori
Thorsten Koehne - chitarre
Anna Portalupi - basso
Francesco Jovino - batteria

CONTATTI

http://www.hardlinerocks.com/
http://www.frontiers.it/

PER ACQUISTARE IL DISCO

http://www.frontiers.it/album/5019/

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.