Iced Earth - Burnt Offerings - Recensione

Artista: Iced Earth
Titolo: Burnt Offerings
Genere: Power Thrash Metal
Anno di uscita: 1995
Etichetta: Century Media Records
Voto: 91/100

Anno Domini 1995. Secondo molti il Metal sta vivendo un brutto periodo, in cui poco o nulla d'interessante succede tant'è forte l'egemonia esercitata dal Grunge e dal nascente Nu Metal. A sentire questo Burnt Offerings, terzo lavoro degli statunitensi Iced Earth, viene da pensare il contrario.

L'album arriva dopo un silenzio discografico durato la bellezza di quattro anni che hanno portato la formazione a variare con l'ingresso di Rodney Beasley alle pelli al posto di Rick Secchiari e, soprattutto, l'entrata nel gruppo del talentuoso Matt Barlow, secondo la maggior parte dei fan il cantante degli Iced Earth per antonomasia.

La band dimostra di saperci fare col suo mix letale che fonde elementi provenienti dal Thrash, dal Power e dall'Heavy classico ad atmosfere da brivido per creare un sound unico. Proprio con la prima traccia dell'album, quella Burnt Offerings che dà il nome al disco, abbiamo una fiera dimostrazione di tutto quello che è lo Schaffer-sound con sette minuti e mezzo in cui si amalgamano alla perfezione tutti gli elementi sonori del gruppo e un assolo killer che non lascia prigionieri. Rimane aperta la domanda su come abbia fatto un pezzo di tale caratura ad essere escluso dal formidabile live album Alive In Athens.

Il disco prosegue con ottimi pezzi quali Last December, drammatica storia di due giovani innamorati, Diary e Brainwashed che ci mostrano le varie sfumature che i Nostri possono mostrare, con in primo piano le straordinarie doti vocali di Matt, che tuttavia saranno mostrate in pieno solo sugli album successivi. I due pezzi successivi sono niente più che due riempitivi oggettivamente inutili che servono esclusivamente ad allungare il minutaggio.

Ma dopo tutto ciò di buono mostrato finora, è solo dopo il breve intermezzo acustico (The Pierced Spirit) che arriva il vero capolavoro dell'album, uno di quei pezzi che ogni metallaro degno di questo nome dovrebbe conoscere e che rende questo disco un must per tutti gli appassionati: Dante's Inferno. Non ci sono parole per descrivere un brano di tale portata, solo la musica può. Le varie parti più cadenzate che si fondono con accelerazioni da capogiro, senza mai perdere un briciolo di malvagità, fanno sì che per tutti i sedici minuti e mezzo del pezzo sembrerà di tenere compagnia a Dante e Virgilio attraverso i nove gironi infernali, e una volta che il giro sarà finito ne vorrete fare un altro, e poi un altro ancora fino alla dannazione dell'anima.

Tirando le somme, peccato per i due brani filler che abbassano leggermente il valore dell'album, ma per il resto rimane un disco imprescindibile.

TRACKLIST

1. Burnt Offerings
2. Last December
3. Diary
4. Brainwashed
5. Burning Oasis
6. The Creator Failure
7. The Pierced Spirit
8. Dante's Inferno

FORMAZIONE

Matthew Barlow - Voce
Jon Schaffer - Chitarre ritmica e solista, cori
Randy Shawver  Chitarra solista
Dave Abell - Basso
Rodney Beasley - Batteria

CONTATTI

Nessun commento:

Posta un commento

News musicali - Rock-Metal-Essence.com Designed by Templateism.com Copyright © 2014

© 2011-2014 Rock-Metal-Essence.com. Immagini dei temi di Bim. Powered by Blogger.